homepage

  • CLASSIFICA ATP 19/03/2018 - SINGOLARE MASCHILE
  • MARZO 2018
  • FEBBRAIO 2018
  • AUSTRALIAN OPEN 2018 - ROGER FEDERER conquista lo slam numero 20
  • Sestri Levante
  • Franco Tripodi
  • TopTennisCenter Torneo 4.1 Vincitore Alessandro Motta df Finalista Fabio Toich
  • TopTennisCenter Torneo Doppio Misto 4.1 Vincitori - Paola Levrero & Claudio Longinotti - Finalisti - Daniela Longinotti & Alessandro Motta
  • TopTennisCenter Torneo 4.1 Vincitrice Elisa Martello Sx foto Finalista Claudia Longinotti
  • TopTennisCenter Torneo OPEN "VELERIA SAN GIOGIO"- Vincitrice-Nicole Pimentel SX foto - Finalista - Beatrice Modesti
  • Tommaso Diritto
  • TopTennisCenter Torneo3.1 Vincitrice Joj Hart Finalista Martina Putzolu
  • TTC - Dai campi
  • TopTennisCenter Partecipanti Torneo 3.1 Stefano Bettarini - Filippo Landucci
  • TopTennisCenter Torneo3.1 Vincitore Fabio Franzoi sx foto Finalista Marco Poggianti
  • TopTennisCenter - Vincitore Torneo 3.1 Andrea Murchio sx foto Finalista Filippo Mozzi
  • TopTennisCenter - Vincitore torneo U 14 Franzoi Fabio sx foto Finalista Tommaso Lucattini
  • TopTennisCenter - Vincitore Torneo "Kinder" Under 11 - 2014 Tommaso Lippolis dx foto Finalista Tommaso Lucattini
  • TopTennisCenter - I magnifici quattro -
  • TopTennisCenter - Vincitore torneo 4.1 Francesco Tealdi sx foto Finalista Lorenzo Capitti
  • TopTennisCenter - Vincitrice TORNEO 3.1 Buchanan Giorgia dx foto Finalista Claudia Bertoletti
  • TopTennisCenter - Vincitrice Torneo Open "Veleria San Giorgio"Gloria Contrino sx foto Finalista Nicole Pimentel
  • Comparazione "Diritto"
  • Comparazione "Diritto"
  • TopTennisCenter " Vincitrice Torneo 4.1" Claudia Guidi dx foto Finalista Chiara Lencioni

News della Federazione Italiana Tennis

News della Federazione Italiana Tennis
  • SONEGO E CECCHINATO AI QUARTI - Budapest: ko Gasquet e Dzumhur. Ora Berrettini
    Lorenzo Sonego e Marco Cecchinato hanno centrato l'ingresso ai quarti di finale del "Gazprom Hungarian Open", torneo ATP 250 dotato di un montepremi di 501.345 euro in corso sui campi in terra rossa di Budapest, in Ungheria.
    Il 22enne torinese, numero 159 del ranking mondiale, passato attraverso le qualificazioni, dopo l'affermazione in rimonta (annullando anche 2 match point) sul polacco Hubert Hurkacz, numero 182 Atp, anche lui qualificato, ha eliminato il francese Richard Gasquet, numero 29 della classifica mondiale e terzo favorito del torneo: 64 76(4), in un'ora e 43 minuti, il punteggio in favore di Sonego (nel secondo set è stato sotto di un break, recuperando da 2-4 e riagganciando sul 4-4 il transalpino, la settimana scorsa a un passo dalla semifinale al "1000" di Monte Carlo) che si è così preso la rivincita per la sconfitta patita al secondo turno degli Australian Open, a gennaio, quando il piemontese - pure in quel caso promosso dalle qualificazioni - aveva vinto il suo primo incontro a livello Slam battendo l'olandese Robin Haase.
    Nei suoi primi quarti di finale a livello Atp Sonego troverà dall'altra parte della rete il vincente del confronto fra Matteo Berrettini, numero 104 del ranking mondiale, promosso dalle qualificazioni e poi vincitore sull'ungherese Attila Balazs, numero 163 Atp e in tabellone con una wild card (per il 21enne romano secondo successo in un main draw del circuito maggiore dopo quello su Troicki a Doha), e lo sloveno Aljaz Bedene, numero 57 Atp e quinta testa di serie, nonché finalista della passata edizione: si tratta di una sfida inedita.

    Dal canto suo il 25enne di Palermo, numero 92 Atp, ripescato in tabellone come lucky loser, dopo aver sconfitto il bosniaco Mirza Basic, numero 89 Atp, ha concesso il bis ai danni dell'altro bosniaco Damir Dzumhur, numero 32 del ranking mondiale e seconda testa di serie (all'esordio: i primi 4 giocatori del seeding sono esentati dal primo turno): 63 61 il punteggio, in meno di un'ora di gioco, in favore del tennista siciliano, che ha così confermato il successo della settimana scorsa ne primo turno del "1000" di Monte Carlo e adesso conduce per 3 a 2 nel bilancio dei confronti diretti. Cecchinato si giocherà un posto in semifinale con il tedesco Jan-Lennard Struff, numero 61 Atp e settima testa di serie: sarà il terzo testa a testa fra i due (1 a 1 la situazione) che non si affrontano però dal 2013, quando il palermitano s'impose nella semifinale del challenger di San Marino dopo aver perso l'anno prima dal tedesco in un torneo Futures.

    Giovedì sarà poi la volta di Andreas Seppi, numero 55 Atp ed ottava testa di serie, reduce dagli ottavi nel "1000" di Monte Carlo, che si è aggiudicato in rimonta il derby tricolore con Thomas Fabbiano, numero 99 del ranking mondiale. Il 34enne di Caldaro al secondo turno se la vedrà con il russo Mikhail Youzhny, numero 100 della classifica mondiale: il 35enne di Mosca conduce per 5 a 2 nei precedenti, anche se l'azzurro si è aggiudicato il più recente, quest'anno sul cemento di Sofia.

    Il primo favorito del seeding è il francese Lucas Pouille, numero 14 del ranking mondiale, chiamato a confermare il titolo vinto lo scorso anno.

    RISULTATI MERCOLEDI' - Secondo turno: (q) Sonego (ITA) b. (3) Gasquet 64 76(4), (LL) Cecchinato (ITA) b. (2) Dzumhur (BIH) 63 61, (7) Struff (GER) b. (wc) Bublik (KAZ) 61 64.
    Primo turno: Youzhny (RUS) b. (wc) Piros (HUN) 63 63
    -------------------------

    RISULTATI
    "Gazprom Hungarian Open"
    ATP World Tour 250
    Budapest, Ungheria
    21 - 29 aprile, 2018
    €501.345 - terra rossa

    SINGOLARE
    Primo turno
    (q) Lorenzo Sonego (ITA) b. (q) Hubert Hurkacz (POL) 67(2) 76(8) 64
    (q) Matteo Berrettini (ITA) b. (wc) Attila Balazs (HUN) 64 36 76(4)
    (8) Andreas Seppi (ITA) b. Thomas Fabbiano (ITA) 46 75 63
    Nikoloz Basilashvili (GEO) b. Paolo Lorenzi (ITA) 64 62
    (LL) Marco Cecchinato (ITA) b. Mirza Basic (BIH) 63 64

    Secondo turno
    (q) Lorenzo Sonego (ITA) b. (3) Richard Gasquet (FRA) 64 76(4)
    (q) Matteo Berrettini (ITA) c. (5) Aljaz Bedene (SLO)
    (8) Andreas Seppi (ITA) c. Mikhail Youzhny (RUS)
    (LL) Marco Cecchinato (ITA) b. (2) Damir Dzumhur (BIH) 63 61

    Quarti
    (q) Lorenzo Sonego (ITA) c. vinc. (q) Matteo Berrettini (ITA)-(5) Aljaz Bedene (SLO)
    (LL) Marco Cecchinato (ITA) c. (7) Jan-Lennard Struff (GER)

    QUALIFICAZIONI
    Primo turno
    (7) Thiago Monteiro (BRA) b. Stefano Napolitano (ITA) 61 64
    (2) Marco Cecchinato (ITA) b.(wc) Mate Valkusz (HUN) 75 61
    (3) Matteo Berrettini (ITA) b. (wc) Peter Nagy (HUN) 63 64
    Lorenzo Sonego (ITA) b. (4) Gerald Melzer (AUT) 63 62

    Turno di qualificazione
    Jurgen Zopp (EST) b. (2) Marco Cecchinato (ITA) 64 62
    (3) Matteo Berrettini (ITA) b. Elias Ymer (SWE) 64 75
    Lorenzo Sonego (ITA) b. (8) Yannick Maden (GER) 64 64
  • KVITOVA-KERBER CHE PRIMO TURNO! - Stoccarda: in diretta dalle 18.30 su SuperTennis
    E’ quello tra Petra Kvitova ed Angelique Kerber il match del giorno al "Porsche Tennis Grand Prix", torneo Wta Premier con un montepremi di 816.000 dollari in corso sulla terra rossa indoor di Stoccarda, in Germania. La sfida tra le due mancine rappresenta la rivincita del match di semifinale di Fed Cup giocato domenica scorsa, vinto dalla Repubblica Ceca sulla Germania, nel quale la 28enne di Bilovec, numero 10 Wta ed ottava testa di serie, ha lasciato appena quattro giochi alla 30enne di Brema, numero 12 del ranking mondiale, vincitrice a Stoccarda nel 2015 e nel 2016. Petra quest’anno ha già vinto due tornei, San Pietroburgo e Doha: “Angie” è invece andata a segno a Sydney. Nel bilancio dei precedenti la Kvitova è in vantaggio per 6 a 5.

    In serata poi l’esordio della prima favorita del seeding e regina del tennis mondiale, la rumena Simona Halep, che trova dall’altra parte della rete la slovacca Magdalena Rybarikova, numero 18 Wta: la 26enne di Costanta è in vantaggio per 3 a 2 nei precedenti (nessuno sulla terra) e si è imposta nelle ultime due sfide.

    Deludente il derby a stelle e strisce che ha visto il successo di Coco Vandeweghe, numero 16 Wta, in gara con una wild card, per 61 60 in appena 56 minuti di gioco, su Sloane Stephens, numero 9 del ranking mondiale e settima testa di serie, grande protagonista del week-end di Fed Cup. La Vandeweghe, che si è imposta per la quarta voilta in cinque sfide con la connazionale, sarà dunque la prossima avversaria di Laura Siegemund: la tedesca, campionessa in carica (finalista anche nel 2016), scesa al numero 100 del ranking mondiale dopo il lunghissimo stop per l’infortunio al ginocchio e in gara grazie ad una wild card, martedì aveva regolato all’esordio per 64 63 la ceca Barbora Strycova, numero 26 Wta.

    RISULTATI MERCOLEDI' - Primo turno: Pavlyuchenkova (RUS) b. Keys (USA) 76(7) 57 64, (q) Kudermetova (RUS) b. Suarez Navarro (ESP) 76(5) 62, (wc) Vandeweghe (USA) b. (7) Stephens (USA) 61 60, (q) Diyas (KAZ) b. (LL) Witthoeft (GER) 63 62.

    ”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo Wta Premier di Stoccarda. Questa la programmazione:
    mercoledì 25 aprile - LIVE
    alle ore 18.30
    Kvitova (CZE) c. Kerber (GER)
    ed alle ore 20.30
    Halep (ROU) c. Rybarikova (SVK);
    differita alle ore 22.30
    Keys (USA) c. Pavlyuchenkova (RUS)

    giovedì 26 aprile - LIVE alle ore 18.30 ed alle ore 20.30; differita alle ore 22.30
    venerdì 27 aprile - LIVE alle ore 18.30 ed alle ore 20.30 (quarti)
    sabato 28 aprile - LIVE alle ore 18.30 (semifinale 2) e differita alle ore 20.30 (semifinale1)
    domenica 29 aprile - LIVE alle ore 13.30 (finale)


    TABELLONE SINGOLARE
  • LIVE C’E’ NADAL-CARBALLES BAENA - Nole e Nishikori ko. Barcellona su SuperTennis
    Programma coi fiocchi oggi al “Barcelona Open Banco Sabadell”, ricco torneo Atp 500 dotato di un montepremi di 2.510.900 euro in corso sulla terra rossa di Barcellona, in Spagna. E la stella è Rafael Nadal, il "padrone di casa", reduce dall'undicesimo sigillo nel Principato, e primo favorito del seeding. Il numero uno del ranking mondiale è anche il campione in carica: lo scorso anno, sul Centrale che già porta il suo nome, la “Pista Rafael Nadal”, ha centrato la sua seconda “decima” (ha vinto dal 2005 al 2009, dal 2011 al 2013 e 2016-2017). Rafa debutta contro il connazionale Roberto Carballes Baena, numero 77 del ranking mondiale, vincitore a febbraio sulla terra rossa di Quito del suo primo titolo Atp: tra i due non ci sono precedenti.

    Esordio più che positivo per il numero due del seeding, il bulgaro Grigor Dimitrov, numero 5 Atp, che ha liquidato per 62 61, in un'ora e 22 minuti, il francese Gilles Simon, numero 70 Atp.Ha dovuto faticare per un set, invece, l'austriaco Dominic Thiem, numero 6 Atp e terza testa di serie, finalista 12 mesi fa, prima di riiuscire ad imporsi per 76(8) 61 sullo spagnolo Jaume Munar, numero 174 Atp, in gara con una wild card: da segnalare che il 20enne che vive a Barcellona ha fallito un set-point sul 7-6 nel tie-break.

    Giornata storta, invece, per Novak Djokovic e Kei Nishikori, che hanno già salutato il torneo. Djokovic, numero 12 Atp e sesta testa di serie - il serbo aveva chiesto ed ottenuto una wild card per mettere un po' di match nelle gambe - ha ceduto per 62 16 63 allo slovacco Martin Klizan, numero 140 del ranking mondiale, promosso dalle qualificazioni, al primo successo in cinque sfide contro Nole.
    E' finito subito anche il torneo del finalista di Monte Carlo, il giapponese Nishikori, numero 22 Atp, vincitore a Barcellona nel 2014 e nel 2015: il 28enne di Shimane si è ritirato dopo aver perso il primo set per 63 contro lo spagnolo Guillermo Garcia-Lopez, numero 69 Atp, probabilmente ancora affaticato per il torneo del Principato.

    RISULTATI MERCOLEDI' - Secondo turno: (2) Dimitrov (BUL) b. Simon (FRA) 62 61, Garcia-Lopez (ESP) b. (14) Nishikori (JPN) 63 3-0 rit, Klizan (SVK) b. Djokovic (SRB) 62 16 63, (3) Thiem (AUT) c. (wc) Munar (ESP) 76(8) 61, (LL) Kovalik (SVK) b. Pella (ARG) 63 63.

    ”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in diretta ed esclusiva il torneo ATP 500 di Barcellona. Questa la programmazione:
    mercoledì 25 aprile - LIVE
    alle ore 15.00
    Nadal (ESP) c. Carballes Baena (ESP)
    a seguire
    Carreno Busta (ESP) c. Paire (FRA)
    a seguire
    Andujar (ESP) c. Fratangelo (USA)

    giovedì 26 aprile - LIVE alle ore 11.00, alle ore 12.30, alle ore 14.30 ed alle ore 16.30
    venerdì 27 aprile - LIVE alle ore 12.30, alle ore 14.30 ed alle ore 16.30 (quarti); differita alle ore 22.30
    sabato 28 aprile - LIVE alle ore 13.30 ed alle ore 16.00 (semifinali)
    domenica 290 aprile - LIVE alle ore 16.00 (finale)


    TABELLONE SINGOLARE
  • ERRANI AVANZA A ISTANBUL - Batte Flipkens e trova Wozniacki. Live venerdì
    Esordio vincente per Sara Errani nella “TEB BNP Paribas Istanbul Cup”, torneo Wta International dotato di un montepremi di 250mila dollari che si disputa sul cemento di Istanbul, in Turchia. La 30enne romagnola, numero 93 del ranking mondiale, al primo turno ha superato per 63 64, in un'ora e 25 minuti, la belga Kirsten Flipkens, numero 70 Wta, in una sorta di "coda" della sfida dei play-off di Fed Cup di Genova, conquistando il quarto successo in altrettanti confronti diretti. La tennista azzurra sfiderà al secondo turno la danese Caroline Wozniacki, numero 2 del ranking mondiale e prima favorita del seeding: 'Caro' è in vantaggio per 3 a 1 nel bilancio dei testa a testa, l'ultimo in ordine di tempo disputato nel 2014 ai quarti di finale degli US Open, mentre l'unica affermazione della giocatrice di Massa Lombarda risale al 2008, nella semifinale di Portorose.

    La seconda testa di serie è la russa Svetlana Kuznetsova, numero 28 Wta, opposta oggi alla bulgara Viktoriya Tomova, numero 165 della classifica mondiale (match inedito).
    Assente la campionessa in carica, l’ucraina Elina Svitolina, impegnata invece nel torneo Wta Premier di Stoccarda.

    RISULTATI MERCOLEDI' - Primo turno: Errani (ITA) b. Flipkens (BEL) 63 64, Krunic (SRB) b. (5) Makarova (RUS) 16 61 64.

    ”SuperTennis”, la tv della Fit, trasmette in esclusiva il torneo Wta International di Istanbul. Questa la programmazione:
    venerdì 27 aprile - differita alle ore 02.30; LIVE alle ore 11.30
    sabato 28 aprile - differita dalle ore 04.00 (quarti)
    domenica 29 aprile - differita alle ore 00.30 (semifinali); alle ore 18.15 (finale)

    --------------------

    RISULTATI
    “TEB BNP Paribas Istanbul Cup”
    WTA International
    Istanbul, Turchia
    23 - 29 aprile, 2018
    $250.000 - cemento

    SINGOLARE
    Primo turno
    Sara Errani (ITA) b. Kirsten Flipkens (BEL) 63 64

    Secondo turno
    Sara Errani (ITA) c. (1) Caroline Wozniacki (DEN)
  • ON LINE LA RIVISTA SETTIMANALE - I segreti di Rafa sempre più "re del rosso"
    Due troppo potenti

    di Enzo Anderloni

    Fa una certa impressione vedere come Roger e Rafa si alternino al comando del tennis mondiale senza che nessuno possa metterci becco. Riparte la stagione sulla terra battuta e Nadal ingurgita l’undicesima coppa “petalosa” di Monte-Carlo digerendo gli avversari come snack energetici. Nessuno riesce a entrare in partita, a mettere in discussione anche solo un set. Anzi, più sulla carta l’uomo di là della rete avrebbe le caratteristiche per impensierire il maiorchino, peggiore è la punizione. Perché Rafa rispetta l’avversario e dunque va in campo carico a palla per spazzarlo via, come è successo a Dominic Thiem, l’ultimo che lo aveva battuto sul ‘rosso’ (a Roma lo scorso anno).
    Federer si è tolto di mezzo, lasciando tutto il palcoscenico tennistico al rivale. Il primo posto in classifica in realtà non gli interessa. Gli ha fatto piacere riassaporare il gusto della vetta in febbraio perché risalirci non gli costava granché. L’occasione di Rotterdam, nel momento in cui Nadal riposava, convalescente, era troppo ghiotta per farsela sfuggire. Ora gli sarebbe bastato non saltare a piè pari tutta la stagione dei tornei sulla terra rossa per tornare al primo posto. Aveva ‘zero punti’ del 2017 da difendere. Avrebbe ampiamente scavalcato il rivale anche senza batterlo: gli bastavano dei buoni piazzamenti. Ma Roger, inserito dalla rivista Time tra i 100 uomini più influenti del pianeta con il supporto di una perorazione di Bill Gates, l’uomo più ricco del mondo, ha preferito dedicarsi alla sua Fondazione. E mentre Rafa incontrava il principe Alberto di Monaco, lui incontrava Edgar Lungu, il presidente dello Zambia, paese del Sud dell’Africa dove investirà per sviluppare una buona istruzione di base per i bambini. Con la consapevolezza che dopo Parigi, quando il circuito si sposterà sull’erba, troverà tutto come prima. Lui e Rafa, soli al comando. Gli altri dietro, molto staccati, con poca fiducia, non ancora pronti a sostenere scontri a quel livello.
    Perché questo è il problema di fondo. Federer e Nadal, insieme a Djokovic e Murray, hanno innalzato l’asticella del tennis a livelli pazzeschi. Si sono pungolati l’un l’altro e, come Bubka nel salto con l’asta, hanno elevato il livello della competizione oltre ogni record precedente. Prima il giovane Rafa in canottiera ha messo in crisi Roger. Poi si è sentito incalzare dall’ambizioso e infallibile Nole. Il quale a sua volta ha stimolato Andy Murray a dimostrare che anche lui avrebbe potuto diventare il n.1. In mezzo a loro, mina vagante, Stan Wawrinka, un quinto uomo ben consapevole di che razza di tennis sarebbe stato necessario per battere quei quattro. Per costruirsi interpreti di quel tennis mozzafiato questi fenomeni hanno impiegato anni.
    Ora che Djokovic, Murray e Wawrinka si sono eclissati, contemporaneamente e all’improvviso, dietro quei due si è aperto un baratro. Difficilissimo da colmare anche solo per il fatto che sono rare le occasioni per misurarsi con quel livello di difficoltà. Quando uno scende in campo contro Nadal sulla terra, quella palla che arriva ruotando su se stessa a una velocità che non ha paragoni al mondo, ha anche una parabola in volo e un rimbalzo completamente diversi da quelli di tutti gli altri. E anche se sei Thiem o Zverev, Dimitrov o Nishikori, impieghi un po’ di giochi prima di capirci qualcosa. E a quel punto il treno è già passato. Anzi ti è passato sopra. E sta telefonando per prenotare il campo per il prossimo allenamento.
    E tu puoi cominciare a sudare chiedendoti come farai a difenderti dal back di rovescio incrociato stretto di Roger sull’erba di Halle o di Wimbledon...

    Articolo tratto da SuperTennis Magazine n. 16 - 2018

    RIVISTA SUPERTENNIS

    Registrandovi al servizio My Fit Score potrete riceverla automaticamente ogni mercoledì via newsletter. La rivista è scaricabile (e stampabile) in formato pdf.

    SuperTennis Magazine – Anno XIV – n.16– 25 aprile 2018

    In questo numero
    Prima pagina – Due troppo potenti Pag.3
    Circuito mondiale: perché per Nadal la terra è in discesa Pag.4
    Terza pagina: 50 anni fa il primo Open Pag.6
    Fed Cup – Garbin: “Il nostro gruppo è in crescita” Pag.8
    Focus Next Gen – Valkusz e Piros, “gemellini ungheresi” Pag.10
    I numeri della settimana – Rafa e quei 36 set di fila Pag.12
    Il tennis in tv – Tutto il giorno in campo Pag.14
    Pre-qualificazioni IBI 18 – Da Verona a Napoli, tutti i pass per Roma Pag.16
    Eventi: il campione col saio Pag. 18
    In Italia: Over caput mundi Pag. 19
    Circuito Fit-Tpra – L’estate da amatori con gli stage adulti Pag.20
    Personal coach: doppio senza corridoi, ragazzini più avanti Pag.21
    Racchette & dintorni: Gomme da… ‘rossa’ Pag.23
    L’esperto risponde – Racchetta, corda, scarpa: e se volessi giocare sulla terra travestito da Nadal? Pag.25