homepage
  • ROLAND GARROS - CHI ERA COSTUI?
  • CLASSIFICA PRIMI 6 RANKING ATP - 01/02/2019
  • AUSTRALIAN OPEN 2019 - NOVAK DJOKOVIC
  • NOVAK DJOKOVIC
  • BUON 2019
  • Sestri Levante
  • Franco Tripodi
  • TopTennisCenter Torneo 4.1 Vincitore Alessandro Motta df Finalista Fabio Toich
  • TopTennisCenter Torneo Doppio Misto 4.1 Vincitori - Paola Levrero & Claudio Longinotti - Finalisti - Daniela Longinotti & Alessandro Motta
  • TopTennisCenter Torneo 4.1 Vincitrice Elisa Martello Sx foto Finalista Claudia Longinotti
  • TopTennisCenter Torneo OPEN "VELERIA SAN GIOGIO"- Vincitrice-Nicole Pimentel SX foto - Finalista - Beatrice Modesti
  • Tommaso Diritto
  • TopTennisCenter Torneo3.1 Vincitrice Joj Hart Finalista Martina Putzolu
  • TTC - Dai campi
  • TopTennisCenter Partecipanti Torneo 3.1 Stefano Bettarini - Filippo Landucci
  • TopTennisCenter Torneo3.1 Vincitore Fabio Franzoi sx foto Finalista Marco Poggianti
  • TopTennisCenter - Vincitore Torneo 3.1 Andrea Murchio sx foto Finalista Filippo Mozzi
  • TopTennisCenter - Vincitore torneo U 14 Franzoi Fabio sx foto Finalista Tommaso Lucattini
  • TopTennisCenter - Vincitore Torneo "Kinder" Under 11 - 2014 Tommaso Lippolis dx foto Finalista Tommaso Lucattini
  • TopTennisCenter - I magnifici quattro -
  • TopTennisCenter - Vincitore torneo 4.1 Francesco Tealdi sx foto Finalista Lorenzo Capitti
  • TopTennisCenter - Vincitrice TORNEO 3.1 Buchanan Giorgia dx foto Finalista Claudia Bertoletti
  • TopTennisCenter - Vincitrice Torneo Open "Veleria San Giorgio"Gloria Contrino sx foto Finalista Nicole Pimentel
  • Comparazione "Diritto"
  • Comparazione "Diritto"
  • TopTennisCenter " Vincitrice Torneo 4.1" Claudia Guidi dx foto Finalista Chiara Lencioni

Stampa

"La Fretta di Vincere o di Perdere"

Scritto da Super User. Postato in Psicologia



“LA FRETTA DI VINCERE E DI PERDERE “

Di Umberto Longoni

 

 

In campo tra fretta e lentezza bisognerebbe scegliere un’equilibrata via di mezzo, che in fondo è proprio la calma. La fretta è la scelta peggiore perchè trascina con sè l’ansia, e viceversa: infatti una manifestazione dell’ansia, in campo, può essere anche la tendenza a non seguire i giusti ritmi. Insomma si ha fretta per ansia, e sia ha ancora più ansia per la fretta! Una è collegata all’altra. Succede allora che si raccolgano troppo velocemente le palline, non dandosi il necessario tempo per rifiatare, che non si attendano i canonici venti secondi tra un punto e l’altro. Capita anche, sotto l’influenza dell’ansia e della fretta, di non sostare affatto ai cambi di campo, di non respirare adeguatamente e profondamente nei momenti di pausa, sprecando preziose energie. Infine, sempre per fretta e per ansia, succede di giocare male i punti o meglio di giocarli senza testa: la tendenza a liberarsi subito dello scambio, con un improbabile rischiosissimo colpo vincente, è proprio tipica di molti giocatori dominati dalla fretta. Alla fine dunque tutta questa concitazione diventa fretta di perdere, e chi osserva da fuori del campo ha spesso l’impressione che il giocatore stia accelerando, quasi volutamente, la propria sconfitta. Oppure si notano fretta e ansia di vincere, nel momento in cui, chi si trova in vantaggio, cerca di chiudere il match velocemente commettendo errori, o sbagliando scelte tattiche, proprio per eccessiva precipitazione.

 

 

Talvolta chi è dominato dalla fretta non se ne rende affatto conto, ma se a voi pare che la questione vi riguardi almeno un po’, imparate a frenarvi, a rallentare, a imporvi le adeguate soste anche se siete molto presi dal match. In tal modo vi scoprirete un po’ più calmi , più lucidi, più capaci di riflettere in campo.